giovedì 18 novembre 2010

Recensione del film "La vita è bella" di Roberto Benigni.

Titolo: La vita è bella
Anno: 1997
Genere: Drammatico, Commedia
Regia: Roberto Benigni
Trailer del film 
Film in streaming


Guido Orefice è ebreo e s'innamora di una donna chiamata Dora (Nicoletta Braschi), la sposa. Col passare del tempo nascono le leggi razziali e Guido con suo figlio Giosuè (Giorgio Cantarini) vengono deportati nel campo di concentramento.


COMMENTO
Ottimo film. Ottima anche l'interpretazione di Roberto Benigni. E' un film che cambia da comico a drammatico. E' un capolavoro perché non è il solito film che mostra la storia dei campi nazisti, ma mostra l'amore di un padre e marito verso i propri cari e cerca di proteggerli in tutti i modi.


PREMI PIU' IMPORTANTI
- 3 Premi Oscar 1999: miglior film straniero, miglior attore protagonista, miglior colonna sonora drammatica.
8 David di Donatello 1998: miglior film, miglior attore protagonista, miglior fotografia, migliori costumi, migliore scenografia, miglior regia, migliore sceneggiatura, miglior produttore.
Nastri d'Argento 1998miglior registamiglior attoremiglior attore non protagonistamiglior soggetto originalemiglior sceneggiatura.

2 Commenti:

Tizyana - Azzurraa ha detto...

Oscar e premi vari ampiamente meritati, concordo con il tuo giudizio positivo, è un ottimo film che sa alternare con originalità il comico e il drammatico. L'ho rivisto proprio ieri sera in TV.

Salvatore Cortile ha detto...

@Tizyana - Azzurraa e si, anche io l'ho visto per la prima volta ieri sera. Hanno fatto bene a riproporlo in tv.

Posta un commento